06.68802655 - 06.68801325 info@scuolapionono.org

Quaresima di Carità

Quaresima di Carità

Gentili genitori, cari alunni,

Il periodo quaresimale che abbiamo iniziato il 14 febbraio con il Rito dell’Imposizione delle Ceneri, è un momento privilegiato per revisionare il nostro rapporto con il Signore e con il prossimo.

Desideriamo come sempre proporvi una concreta azione di solidarietà nei confronti dei più bisognosi e l’occasione ci è fornita anche quest’anno dalla possibilità di sostenere gli studenti della scuola che la Congregazione dirige a Bujumbura, la capitale del Burundi (centro Africa).

Il liceo Scheppers di Bujumbura conta 515 ragazzi “interni”, studenti che vivono all’interno della scuola per tutto l’anno tranne i periodi delle vacanze natalizie ed estive. L’età dei ragazzi va dai 15 ai 20 anni. Lo Stato aiuta soltanto parzialmente le strutture che hanno un “internato”, offrendo contributi che dovrebbero consentire ai giovani di pranzare e cenare, cosa che purtroppo non è garantita. I pranzi e le cene sono poco sostanziosi, oltre che poco vari, essendo solo un alternarsi di riso e manioca, accompagnati dagli immancabili fagioli. La carne ha prezzi proibitivi e non è mai a tavola.

Il progetto consiste nel dare la possibilità di una colazione a questi ragazzi.

Per gli alunni del Liceo Scheppers il pranzo, dopo le ore mattutine di lezione, è alle ore 15, mentre la cena è fissata alle 20. Senza colazione, i ragazzi rimangono a stomaco vuoto per ben 17 ore. Non si tratta di offrire cappuccino e brioche. La colazione consiste nella “bouillie“, che, al vederla, fa venire in mente una specie di zuppa, ma è fatta semplicemente con una tipica farina di vari cereali e zucchero. Facendo i calcoli, ecco di cosa concretamente c’è bisogno per 525 studenti durante i 280 giorni in cui sono a scuola:

+ 7.280 Kg di farina (per un costo di 18.200.000 franchi burundesi)

+ 2.600 Kg di zucchero (per un costo di 5.980.000  franchi burundesi).

Il totale complessivo è di 24.180.000 franchi burundesi, che ora corrispondono circa a € 7.680. Ciò significa che offrire la colazione ad un alunno per un intero anno costa poco meno di € 15. Si può fare?

Il Superiore Generale, Fratel Paolo Barolo, ha avuto occasione nel mese di febbraio di andare in Burundi e ricevere sentiti ringraziamenti da parte degli alunni per questo piccolo ma importante contributo già sperimentato gli scorsi due anni. Sono davvero speranzosi che anche per il prossimo anno ci sia la possibilità di iniziare la giornata con la colazione, sapendo che qualcuno pensa a loro. Ci auguriamo di poter dare concretezza a questa speranza!!!

Le offerte si possono consegnare alle insegnanti di classe (infanzia e primaria) o ai coordinatori di classe (secondaria), gli alunni hanno anche a disposizione dei salvadanai per le varie classi.

Vi ringraziamo anticipatamente per il sostegno che vorrete dare a questa iniziativa, vi auguriamo una serena e fruttuosa Quaresima e un buon cammino verso la Santa Pasqua.

 

Fratel Andrea Bonfanti

Direttore Generale